A grande richiesta…

Torna in scena a Salus Space lo spettacolo di Pietro Floridia, Come un uomo inseguito, che dopo il successo delle serate di luglio, attraverserà il treno del Ricomincio il 22, 23 e 24 settembre a partire dalle 22.

Un treno attraversa la rotta balcanica
1944 • 1989 • 2022
Un misterioso appuntamento tra le generazioni
INSTALLAZIONE/SPETTACOLO DALL’OPERA DI DANILO KIŠ
Il nuovo spettacolo di Cantieri Meticci

“Seguiamo le tracce della vita e dell’opera del grande scrittore serbo Danilo Kiš, accompagnandolo nel suo ultimo viaggio in treno alla ricerca del padre scomparso. Il treno attraversa quella che ora chiamiamo “rotta balcanica” in tre epoche diverse:
nel 1944, anno della deportazione del padre di Kiš, ebreo ungherese, geniale e folle autore di un enigmatico “Orario internazionale dei treni”; nel 1989, all’alba del crollo del blocco comunista e delle guerre fratricide in Jugoslavia; e oggi, in cui la rotta è passaggio ma anche muro dell’Europa per chi è in fuga da contesti terribili.

Testo e Regia di Pietro Floridia
Assistenti alla regia: Laura Marcon, Niccolò Di Flavio, Alessia Pasqualini
Produzione Cantieri Meticci
Con: Donatella Allegro, Anna Luigia Autiero, Alessia Del Bianco, Younes El Bouzari, Pietro Floridia, Nicola Gencarelli,  Joumana Maana; Antar Mohamed Marincola, Emiliano Minoccheri; Irene Maria Olavide; Joulya Samra, Sonia Samra.
Oggetti scenici e animazioni: Sara Pour; Scenografia: Luana Pavani; Video: Oscar Serio.

Prenotazioni: salus@cantierimeticci.it

Dalle ore 21 sarà visitabile l’installazione.
Ore 21.30: inizio spettacolo.
In occasione delle recite sarà aperta, dalle ore 20, la Locanda Siriana di Salus Space.
È possibile cenare o prenotare piatti da asporto.


Verdura frescaaaa!!!

Frutta e verdura degli orti di Salus Space! Sono in vendita direttamente qui in via Malvezza 2/2, a Bologna. Più che chilometro zero, si raccoglie al mattino, si sistema nelle cassette all’interno della Locanda, è pronta per voi.

Gli orari di apertura:

dal martedì al sabato (fino al 6 agosto):
h. 12,00-14,00
h. 20,00-23,00

Dopo il 6 agosto:
lunedì, mercoledì e venerdì dalle 18 alle 20


Un’associazione di cittadini per Salus Space

È nata l’associazione Incontriamoci a Salus, è composta da cittadine e cittadini che condividono il progetto Salus Space e desiderano valorizzarne gli spazi e le attività, a partire dal territorio.
L’associazione vuole aumentare le sinergie tra Salus e il quartiere, ma anche tra Salus e la città.
I principi che la ispirano sono gli stessi che hanno ispirato la Carta dei Valori di Salus: accoglienza, rispetto, inclusività, pluralismo, partecipazione attiva, solidarietà, mutuo aiuto e sostenibilità.

Saranno promosse in maniera volontaria in particolare attività culturali: (convegni, conferenze, dibattiti, seminari, proiezioni di film e documentari) e attività di formazione (corsi di aggiornamento teorico/pratici per educatori, insegnanti, operatori sociali, professionisti).

L’associazione è aperta a tutte e tutti gli interessati che ne condividano obiettivi e valori.
Il primo appuntamento, aperto anche ai curiosi, sarà sabato 17 settembre alle ore 11, naturalmente a Salus Space.

Lo Statuto 

Per informazioni e contatti: incontriamociasalus@gmail.com


Il viaggio di Moussa

Il 13 luglio sarà proiettato nel Centro studi di Salus Space il cortometraggio “Il viaggio” della regista Sonia Giudici. E’ una parte della storia della vita di Moussa Molla Salih, uno degli abitante di Salus, il racconto della sua richiesta d’asilo in Italia, 7 anni fa. Moussa è naturalmente l’attore principale.

La proiezione avverrà alle ore 19, seguita da un dibattito moderato dal giornalista Valerio Lo Muzio. con la partecipazione di Moussa e di Giulia Mento, autrice della sceneggiatura.


Come un uomo inseguito

La rassegna estiva di Salus Space si chiude con lo spettacolo di Pietro Floridia, Come un uomo inseguito, che attraverserà il treno che da mesi staziona a Salus da venerdì 15 a domenica 17 a partire dalle ore 21.

Un treno attraversa la rotta balcanica
1944 • 1989 • 2022
Un misterioso appuntamento tra le generazioni
INSTALLAZIONE/SPETTACOLO DALL’OPERA DI DANILO KIŠ
Il nuovo spettacolo di Cantieri Meticci

“Seguiamo le tracce della vita e dell’opera del grande scrittore serbo Danilo Kiš, accompagnandolo nel suo ultimo viaggio in treno alla ricerca del padre scomparso. Il treno attraversa quella che ora chiamiamo “rotta balcanica” in tre epoche diverse:
nel 1944, anno della deportazione del padre di Kiš, ebreo ungherese, geniale e folle autore di un enigmatico “Orario internazionale dei treni”; nel 1989, all’alba del crollo del blocco comunista e delle guerre fratricide in Jugoslavia; e oggi, in cui la rotta è passaggio ma anche muro dell’Europa per chi è in fuga da contesti terribili.

Testo e Regia di Pietro Floridia
Assistenti alla regia: Laura Marcon, Niccolò Di Flavio, Alessia Pasqualini
Produzione Cantieri Meticci
Con: Donatella Allegro, Anna Luigia Autiero, Alessia Del Bianco, Younes El Bouzari, Pietro Floridia, Nicola Gencarelli,  Joumana Maana; Antar Mohamed Marincola, Emiliano Minoccheri; Irene Maria Olavide; Joulya Samra, Sonia Samra.
Oggetti scenici e animazioni: Sara Pour; Scenografia: Luana Pavani; Video: Oscar Serio.

Prenotazioni: salus@cantierimeticci.it

Dalle ore 21 sarà visitabile l’installazione.
Ore 21.30: inizio spettacolo.
In occasione delle recite sarà aperta, dalle ore 20, la Locanda Siriana di Salus Space.
È possibile cenare o prenotare piatti da asporto.


L’appuntamento è per sabato sera

Sabato 9 luglio dalle 19.30 appuntamenti da non perdere a Salus Space.

Si comincia con  Folk Kombact Chicken . “Dai Balcani al waltz kletz, financo Modugno agitato. Poi dal francese al sud americano con mujeres creando. Leonard Cohen anche rivisitato stile zorita”.

Poi alle 21 prova aperta di Come un uomo inseguito

installazione multimediale / spettacolo,
prenotazione gradita a salus@cantierimeticci.it

Seguiamo le tracce della vita e dell’opera del grande scrittore serbo Danilo Kiš, accompagnandolo nel suo ultimo viaggio in treno alla ricerca del padre scomparso.
Il treno attraversa quella che ora chiamiamo “rotta balcanica” in tre epoche diverse:
nel 1944, anno della deportazione del padre di Kiš, ebreo ungherese, geniale e folle autore di un enigmatico “Orario internazionale dei treni”; nel 1989, all’alba del crollo del blocco comunista e delle guerre fratricide in Jugoslavia; e oggi, in cui la rotta è passaggio ma anche muro dell’Europa per chi è in fuga da contesti terribili.

Testo e Regia di Pietro Floridia
Assistenti alla regia: Laura Marcon, Niccolò Di Flavio, Alessia Pasqualini
Produzione Cantieri Meticci
Con: Donatella Allegro, Anna Luigia Autiero, Alessia Del Bianco, Younes El Bouzari, Pietro Floridia, Nicola Gencarelli,  Joumana Maana; Antar Mohamed Marincola, Emiliano Minoccheri; Irene Maria Olavide; Joulya Samra, Sonia Samra.
Oggetti scenici e animazioni: Sara Pour; Scenografia: Luana Pavani; Video: Oscar Serio.

Ingresso gratuito, bar e locanda siriana a vostra disposizione.


caro Mercato ci vediamo a settembre!

banco_mercato

Queste calde giornate rimandano a dopo l’estate il nostro appuntamento con il Mercato contadino del sabato mattina. I banchi di frutta e verdura torneranno in via Malvezza 2/2 la seconda settimana di settembre.

Concerti e laboratori seguiranno le date del Mercato, ma molti saranno gli appuntamenti serali della nostra stagione estiva che si chiude il 17 luglio. Fino ad allora, potete consultare il calendario, o la sezione dedicata a “da una Riva all’Altra”, il cartellone proposto dai Cantieri Meticci.