Tandem Triple Bill 2024

Giovedì 13 giugno, ore 21.30, spettacolo di danza.

DNA è una compagnia bolognese che dal 2013 si occupa di produzione artistica, formazione e progetti di comunità, sotto la direzione artistica di Elisa Pagani.
TANDEM – Training Art Network for Dance Education and Movement è un percorso di formazione professionale ideato da DNA in collaborazione con il DAMS di Bologna e Mediagrammi e.V. di Berlino, sostenuto dall’Unione Europea nell’ambito del programma ERASMUS+ 2021-2027, che unisce produzione artistica, formazione accademica, esperienza lavorativa e acquisizione di nuove competenze digitali applicate alle arti performative, con lo scopo di formare danzatori professionisti che abbiano una preparazione artistica e fisica di alta qualità, spessore culturale, esperienza immediata della vita lavorativa di un danzatore e competenze innovative, fornendo una visione completa della professione del danzatore contemporaneo.
Nove giovani talentuose danzatrici portano in scena un triple bill firmato da Elisa Pagani, Sharon Fridman e Adriana Borriello.

Una produzione DNA – Associazione Culturale DaNzA, realizzata nell’ambito di TANDEM – Training Art Netword for Dance Education and Movement, un progetto finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma Erasmus+
Direzione Artistica: Elisa Pagani
Direttrice Prove: Chiara Merolla
Con: Alessia Fughelli, Alessia Lombardi, Arianna Terreno, Deborah Dozzi, Federica De Filippi, Francesca Russo, Gaia Stacchini, Marianna De Vito, Marta Bonera


Si balla, si canta, si fa musica…

Giornate di musica, danze, laboratori e concerti a cura dell’associazione Allargate il cerchio, il tutto a Salus Space.

Il primo appuntamento è sabato 25 maggio, con la rassegna “Canta figliola. La donna nella musica popolare”, ospiti d’onore Margaret Ianuario e i Damadakà.

Questo il programma:
ore 11.30 – 15.30 La tammuriata giuglianese, laboratorio di ballo
ore 16.00 – 19.00 La tammuriata giuglianese, laboratorio di tamburo
ore 21 Viaggio a Sud, live!

La rassegna “Canta figliola” torna sabato 15 giugno e domenica 16 giugno

Sabato 15 giugno
ore 11-13 Workshop di costruzione del tamburo a cornice (parte pratica 1)

ore 14-17 Workshop di ballo (tarantella cilentana)

ore 17-20 Workshop di organetto

ore 21.30 Live

Domenica 16 giugno
ore 10-11 Workshop di costruzione del tamburo a cornice (finitura)

ore 11.30-15.30 Workshop di ballo

ore 11.30-15.30 Workshop di organetto

info: mauriziomessore@hotmail.it; tel. 3202121864


Via Malvezza oggi è pulita!

Cartacce, mozziconi di sigarette, gratta e vinci (ahinoi perdenti…), lattine e bottiglie vuote e tanti altri rifiuti sono finiti nei nostri sacchi. Sabato 4 maggio ne abbiamo riempiti 6!
Il primo appuntamento con la pulizia delle strade del quartiere Savena che circondano #saluspace è stata particolarmente efficace. Siamo solo all’inizio, perché questa bella iniziativa delle abitanti della nostra comunità, a cui si sono unite due amiche di Salus, avrà un seguito.
Vi aspettiamo per la prossima raccolta! Pubblicheremo la data del prossimo appuntamento sul nostro sito, sui social e sulla newsletter. Puoi iscriverti a questo link.
Lavorando insieme, tutto è più facile e divertente.

Puliamo insieme

La comunità degli abitanti vuole rendere più bello il territorio!

Sabato 4 maggio, alle ore 16 ritrovo davanti alla bandiera della pace (sul treno del Ricomincio) per la pulizia auto organizzata del viale d’accesso e dei dintorni di Salus Space (ciclabile e via Malvezza). E’ un’iniziativa di un gruppo di abitanti di Salus Space che credono nell’importanza della mobilitazione per migliorare i luoghi vissuti e il pianeta. per info: info@saluspace.eu.
Portate guanti da lavoro e sacchi neri per raccogliere i rifiuti abbandonati.
E’ il primo appuntamento di una serie che coinvolgerà altri luoghi del quartiere.


La donna nella musica popolare

Una giornata di musica e danze a cura dell’associazione Allargate il cerchio.

Sabato 25 maggio, per la rassegna “Canta figliola. La donna nella musica popolare”, saranno ospiti Margaret Ianuario e i Damadakà

ore 11.30 – 15.30 La tammuriata giuglianese, laboratorio di ballo
ore 16.00 – 19.00 La tammuriata giuglianese, laboratorio di tamburo
ore 21 Viaggio a Sud, live!
info: mauriziomessore@hotmail.it; tel. 3202121864


Amministrazione condivisa

Salus Space è un luogo in cui si realizza l’amministrazione condivisa, una collaborazione tra Pubblica amministrazione e Terzo settore con l’obiettivo di gestire in maniera innovativa e generativa dei beni comuni.

Di cosa è e in cosa si realizza discuteremo con alcuni ospiti sabato 4 maggio alle ore 18.

Appuntamento a Salus Space, davanti al Treno del Ricomincio.


Laboratorio sulle proteine alternative

Proteine alternative, di che si tratta? Salus Space ospita un laboratorio, venerdì 24 maggio alle 17.30, dedicato a queste nuove soluzioni più sostenibili che hanno bisogno di essere maggiormente conosciute. L’Università di Bologna, all’interno del progetto europeo Like a pro, ne è l’organizzatrice e vuole coinvolgere nel percorso cittadine e cittadini.
Salus Space, in coerenza con l’attenzione alla sostenibilità, rilancia la presentazione dell’iniziativa, a cura di Unibo:

La sfida moderna è contribuire ad un futuro più sano e sostenibile per le nostre comunità. Per costruire il futuro dell’alimentazione, è necessario dare nuovo valore al modo in cui percepiamo e consumiamo il cibo. Le soluzioni richiedono di esplorare diverse opportunità, dalla valorizzazione del cibo locale alla innovazione alimentare.
Negli ultimi anni, siamo riusciti a sviluppare nuovi prodotti basati su proteine alternative. Tuttavia, l’interesse e la curiosità delle cittadine e dei cittadini verso questi prodotti hanno incontrato alcuni ostacoli, come la mancanza di informazioni, l’offerta a volte limitata e il sapore non sempre allineato ai gusti.

Le proteine alternative sono quelle che derivano da fonti diverse rispetto alle tradizionali fonti di origine animale, come le fonti vegetali, microbiche, insettivore, oceaniche e fungine. Tutte sono caratterizzate da minore impronta ecologica.
A livello globale, le proteine alternative sono già parte integrante delle diete di molte persone, vengono utilizzate infatti in numerosi prodotti alimentari e bevande, disponibili nei negozi.
L’inserimento di proteine alternative nella dieta può contribuire a diversificare le fonti proteiche e nello stesso tempo produrre benefici ambientali.  La crescente consapevolezza ambientale e il desiderio di adottare uno stile di vita più sano stanno spingendo sempre più persone a considerare e adottare le proteine alternative come parte integrante della loro alimentazione quotidiana.

Il progetto europeo Like a pro, finanziato dalla Unione Europea, si propone di identificare le problematiche concrete che coinvolgono produttori e potenziali consumatori di prodotti basati su proteine alternative, al fine di sviluppare soluzioni innovative così da garantire uno sviluppo alimentare condiviso e più sostenibile.
Like a pro coinvolge 11 nazioni europee, l’Università di Bologna è impegnata a realizzare quattro laboratori nel corso dell’anno per raccogliere le opinioni dei cittadini e offrire uno spazio di creazione condivisa finalizzata a plasmare il futuro dell’alimentazione.
L’obiettivo è esplorare l’inserimento delle proteine alternative in diversi contesti alimentari, dai supermercati ai ristoranti, dalle mense ai mercati. La partecipazione attiva e lo scambio di idee sono elementi fondamentali che assicurano l’efficacia delle nuove strategie di sviluppo, allineandole ai bisogni e ai desideri di tutte e tutti noi.

Vi aspettiamo il 24 maggio a Salus Space alle 17.30 per il primo laboratorio, seguito da un rinfresco offerto dall’Università di Bologna!
Per maggiori informazioni:
https://www.eventbrite.com/e/870874036687?aff=oddtdtcreator


Il terreno è pronto

Gli orti di Salus Space sono pronti ad accogliere le piantine per la stagione primaverile ed estiva. Tra poche settimane pianteremo  pomodori, peperoni, insalata, zucchine e molto altro.

Le fragole invece sono in fiore e tra poco i frutti arriveranno, così come i piselli, che saranno pronti i primi di maggio.

Se volete acquistare le nostre verdure a chilometro zero, scrivete a info@saluspace.eu.

 


Parliamo di sostenibilità agroalimentare

Proteine alternative, di che si tratta? Salus Space ospita un laboratorio, venerdì 24 maggio, dedicato a queste nuove soluzioni più sostenibili che hanno bisogno di essere maggiormente conosciute. L’Università di Bologna, all’interno del progetto europeo Like a pro, ne è l’organizzatrice e vuole coinvolgere nel percorso cittadine e cittadini.
Salus Space, in coerenza con l’attenzione alla sostenibilità, rilancia la presentazione dell’iniziativa, a cura di Unibo:

La sfida moderna è contribuire ad un futuro più sano e sostenibile per le nostre comunità. Per costruire il futuro dell’alimentazione, è necessario dare nuovo valore al modo in cui percepiamo e consumiamo il cibo. Le soluzioni richiedono di esplorare diverse opportunità, dalla valorizzazione del cibo locale alla innovazione alimentare.
Negli ultimi anni, siamo riusciti a sviluppare nuovi prodotti basati su proteine alternative. Tuttavia, l’interesse e la curiosità delle cittadine e dei cittadini verso questi prodotti hanno incontrato alcuni ostacoli, come la mancanza di informazioni, l’offerta a volte limitata e il sapore non sempre allineato ai gusti.

Le proteine alternative sono quelle che derivano da fonti diverse rispetto alle tradizionali fonti di origine animale, come le fonti vegetali, microbiche, insettivore, oceaniche e fungine. Tutte sono caratterizzate da minore impronta ecologica.
A livello globale, le proteine alternative sono già parte integrante delle diete di molte persone, vengono utilizzate infatti in numerosi prodotti alimentari e bevande, disponibili nei negozi.
L’inserimento di proteine alternative nella dieta può contribuire a diversificare le fonti proteiche e nello stesso tempo produrre benefici ambientali.  La crescente consapevolezza ambientale e il desiderio di adottare uno stile di vita più sano stanno spingendo sempre più persone a considerare e adottare le proteine alternative come parte integrante della loro alimentazione quotidiana.

Il progetto europeo Like a pro, finanziato dalla Unione Europea, si propone di identificare le problematiche concrete che coinvolgono produttori e potenziali consumatori di prodotti basati su proteine alternative, al fine di sviluppare soluzioni innovative così da garantire uno sviluppo alimentare condiviso e più sostenibile.
Like a pro coinvolge 11 nazioni europee, l’Università di Bologna è impegnata a realizzare quattro laboratori nel corso dell’anno per raccogliere le opinioni dei cittadini e offrire uno spazio di creazione condivisa finalizzata a plasmare il futuro dell’alimentazione.
L’obiettivo è esplorare l’inserimento delle proteine alternative in diversi contesti alimentari, dai supermercati ai ristoranti, dalle mense ai mercati. La partecipazione attiva e lo scambio di idee sono elementi fondamentali che assicurano l’efficacia delle nuove strategie di sviluppo, allineandole ai bisogni e ai desideri di tutte e tutti noi.

Vi aspettiamo il 24 maggio a Salus Space alle 17.30 per il primo laboratorio, seguito da un rinfresco offerto dall’Università di Bologna!
Per maggiori informazioni e prenotazioni:
Laboratori di Sostenibilità Agroalimentare Biglietti, Ven, 24 mag 2024 alle 17:30 | Eventbrite


Occasioni per pensare insieme

Casa_Salus

Abitare collaborativo, economia sociale, amministrazione condivisa, migrazioni.
Stiamo organizzando una serie di incontri per aprire una riflessione su temi che riteniamo strategici e che toccano da vicino il nostro progetto.
Il primo appuntamento si terrà venerdì 5 e sabato 6 aprile: “Abitare: immaginare e realizzare soluzioni possibili”.

L’appuntamento di venerdì (dalle 18 alle 20) vuole essere un momento di confronto sul tema dell’abitare collaborativo, partendo da considerazioni concrete (quali sono i punti di forza e di debolezza, quali gli strumenti vincenti) per arrivare ad alcune conclusioni su quelli che potrebbero essere strumenti importanti per moltiplicare le realtà esistenti di questo modello di Abitare.

Interverranno:

Alberto Alberani, responsabile regionale Lega Coop sociali

Gaspare Caliri, Habitat Bologna

Silvia Castiglioni, ex abitante del cohousing residenziale Smart (Lainate -MI)

Lucia Manassi, community manager di Salus Space

Valentina Milazzo, vice presidente di ABCittà e Responsabile del gruppo giovani del progetto-servizio BiG

Una rappresentante di Piazza Grande

Caterina Pozzi, presidente nazionale del Cnca, Coordinamento nazionale comunità d’accoglienza, promotore del Social Forum Abitare

Marco Venturoli, Il Giardino dei folli, cohousing

Modera Giuseppe Melucci, coordinatore di Salus Space.

Nella giornata di sabato (tra le 10 e le 15), in contemporanea a RiViva, il nostro mercato del riuso, allestiremo dei banchetti a disposizione delle realtà interessate al tema dell’Abitare collaborativo, che propongano materiali e siano disponibili a informare e confrontarsi con i cittadini e le cittadine che popoleranno il viale e l’area verde di Salus.

Per osservazioni: info@saluspace.eu