Dalla Libia a Villa Salus

Si torna a parlare della storia di Villa Salus. Grazie all’ “Angolo della Storia“, animato da alcuni appassionati, vengono pubblicati alcuni Quaderni che ripercorrono il passato dell’area di via Malvezza, a Bologna, e in particolare il periodo in cui era attiva la casa di cura fondata dal professor Scaglietti nel 1952.

Sabato 7 maggio, alle 15.30 nel centro studi di Salus Space, verrà presentato un nuovo Quaderno incentrato sulla presenza di 500 persone circa provenienti dalla Libia che furono ospitate e curate alla clinica in base ad una convenzione fra i due paesi.
Questa esperienza (mai verificata per utenti di altre nazioni europee o extraeuropee) si svolse per 20 anni.
Il Quaderno, che verrà dato in omaggio ai partecipanti ed è il frutto del lavoro di ricerca di Emanuele Grieco, si intitola: “Tripoli – Bologna. La storia dei Libici a Villa Salus, 1967 – 1986”.

A Salus, grazie all’impegno dei cittadini che tengono viva la memoria della storica clinica ortopedica, c’è un piccolo angolo ad essa dedicato, con alcuni mobili dell’epoca e un plastico che la riproduce.
Alcuni Quaderni sono disponibili per gli interessati.

 


L’Angolo della storia c’è

Angolo_della_storia

Due poltrone, un armadio, un mobile-carrello per gli strumenti medici: il piccolo “Angolo della storia” a Salus Space c’è. Era una promessa fatta a un gruppo di cittadini legato al ricordo di Villa Salus, la clinica ortopedica fondata e diretta dal professor Scaglietti in via Malvezza.

Gli arredi provengono proprio dalla vecchia clinica e sono stati recuperati durante la fase di demolizione. Resteranno a Salus per conservare la memoria di un luogo importante per la storia della città, memoria su cui lavora con dedizione il gruppo di volontariato che spesso anima con le sue iniziative il centro studi di Salus.

Sabato 29 gennaio, alle 15,30, ci sarà l’occasione per tutte e tutti di ritornare su quell’esperienza, attraverso la presentazione del nuovo quaderno dedicato a Villa Salus dal titolo “Le donne di Villa Salus”.

 


Le donne di Villa Salus

Un nuovo evento curato da “L’Angolo della storia a Salus Space”, gruppo di volontariato culturale nato per studiare, far conoscere meglio e conservare la memoria di Villa Salus, casa di cura ortopedica creata da Oscar Scaglietti.

Sabato 29 gennaio 2022, con inizio alle 15.30, sarà presentato il nuovo numero dei “Quaderni di Villa Salus”, dal titolo “Le donne di Villa Salus”.

Vi sarà l’introduzione di Marilena Frati, la proiezione di un breve video e le letture di Manuela Cuscini. Alla fine distribuzione in omaggio del libro, frutto del lavoro di Emanuele Grieco.

Il tutto a Forum Salus, il centro studi di via Malvezza 2/2 a Bologna.

Abbiamo chiesto a Emanuele Grieco di dirci qualcosa in più di questo nuovo volume:

Il libro “Le Donne di Villa Salus” ha la prefazione di Nicoletta Magnani. Raccoglie la storia di nove donne che hanno avuto un legame “speciale” con la Casa di cura creata dal prof. Scaglietti nel 1952. Sono anche le nove persone che hanno accolto il nostro appello a raccontare la loro storia. Ma queste nove donne non raccontano solo la loro relazione con la clinica, bensì la loro vita, la loro storia, seppure in sintesi. Ne emerge, quindi, non solo un aspetto della pur complessa vicenda della Casa di cura, ma un ritratto del mondo femminile nella seconda metà del ‘900 e nei primi anni del nuovo millennio. Sacrifici, lotte, desideri, conquiste. Ed ecco chi sono le nove figure femminili: Edda, infermiera; Olga, sorella maggiore di Scaglietti, ferrista e poi collaboratrice del servizio sartoria; Anna Maria, operatrice; Carla, paziente (e prima segretaria del prof. Scaglietti); Annita, responsabile del servizio sartoria; Giuliana, direttrice amministrativa; Luisa, infermiera e poi Capo-Sala; Liliana, operatrice; Paola, paziente. Molte immagini originali della loro esistenza illustrano il libro.


Tanta attenzione per Manai

serata_manai

La  serata dedicata a Piero Manai organizzata a Salus Space è stata davvero un successo: 40 persone presenti, molto attente e appassionate. L’evento è stata l’occasione per presentare un libro, curato da Galileo Dallolio e Emanuele Grieco, dedicato all’artista, dal titolo “Piero Manai. Il Villaggio, l’uomo, l’artista”. A curare il tutto, uno degli animatori dell’Angolo della storia di Salus e autore del libro, Emanuele Grieco.

All’interno del centro studi era allestita una piccola mostra di opere, poster e litografie, che è stata accompagnata da una  video-proiezione di immagini dell’artista e delle opere, alla presenza di alcuni familiari.
È stato un ricordo nel 70° dalla nascita di Manai, tra ricordi e aneddoti di chi lo ha conosciuto, descrizione delle sue opere e interpretazioni delle stesse.
Alla presenza della Presidente del Quartiere Savena, Marzia Benassi, è stata avanzata ufficialmente la proposta di intitolare a Piero Manai, che visse proprio al Villaggio Due Madonne i primi 20 anni, un giardino nel territorio del Villaggio.

Foto di Gabriele Fiolo Associazione “Tempo & Diaframma”


Serata Manai

Piero_Manai

Una serata dedicata al pittore Piero Manai a 70 anni dalla sua nascita, in cui sarà presentato un libro, curato da Galileo Dallolio e Emanuele Grieco, dal titolo “Piero Manai. Il Villaggio, l’uomo, l’artista”.

Si terrà all’interno del Forum di Salus Space, martedì 28 settembre 2021, dalle ore 20 fino alle 23, grazie all’organizzazione di uno degli animatori dell’Angolo della storia di Salus e autore del libro, Emanuele Grieco.

L’ingresso è libero.


La passione per la memoria di Salus

Buona affluenza di pubblico, sabato 26 giugno, per l’inaugurazione dell’Angolo della storia, pensato e realizzato da un gruppo di cittadini, insieme al Comune di Bologna. La sua sede è all’interno di Forum Salus, il centro studi di Salus Space.

pubblico_forum_salus

L’idea, nata durante il processo avviato dal progetto europeo che ha portato alla nascita dello spazio multifunzionale di via Malvezza, è stata quella di conservare la memoria del passato dell’area, legato ad una serie di ville storiche e soprattutto alla casa di cura Villa Salus, creata dal professor Scaglietti negli anni ’50.

Dopo la visita alla mostra di reperti (ferri chirurgici della sala operatoria e materiale sanitario della casa di cura), di documenti, foto e libri, vi è stata una breve introduzione di Marilena Frati, il saluto di Marzia Benassi (Presidente del Quartiere Savena), di Inti Bertocchi (responsabile dell’ufficio reti del Quartiere Savena) e una relazione di Emanuele Grieco sulle attività svolte dal 2018 a oggi e sui progetti futuri.

Lo spazio permanente per l’Angolo della storia a Salus Space è ancora in allestimento, una targa con il logo
è stata affissa all’entrata del centro studi.

L’Angolo della storia si occuperà di tre aree tematiche: 1. La storia di Villa Salus. 2. La storia del prof. Oscar Scaglietti. 3. La storia della Villa del ‘700 pre-esistente.

Il Comitato di Scopo per gestire le attività legate all’angolo della Storia è costituito da Marilena Frati, Emanuele Grieco e Sergio Vegetti.

Grazie a Emanuele Grieco (per il testo) e a Gabriele Fiolo – Tempo e Diaframma (per le foto)


Scoprite con noi la storia di Salus 

villa_storica

L’area che ospita Salus Space ha una storia preziosa di cui vogliamo conservare la memoria.
Sabato 26 giugno alle 17 sarà inaugurato “L’Angolo della Storia”.
All’interno di Forum Salus, il centro studi di via Malvezza 2/2, è stato allestito uno spazio dedicato alla storia della Villa che ha ospitato per tanti anni la clinica ortopedica del Professor Oscar Scaglietti, luminare e precursore nelle cure e negli studi di quel settore della medicina. Saranno dunque visibili mobili, oggetti, documenti che risalgono al passato di Salus.
L’iniziativa è curata e voluta da un piccolo gruppo di cittadini e coincide con il 125esimo anniversario della fondazione dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna (1896-2021). Il prof. Scaglietti fu uno dei protagonisti della storia del Rizzoli.
In quell’occasione saranno presentati due libri sul tema, di cui uno della collana “Quaderni di Villa Salus”.
L’ingresso è libero.

La locandina con il programma